Organizzazione per la Tutela dei Cittadini e dei loro diritti

La bolletta 2.0 nasce nel 2015 da un ampio percorso di consultazione avviato dall'Autorità per l'energia coinvolgendo imprese, consumatori e le loro associazioni. L'intento era quello di semplificare la lettura della bolletta e offrire dunque al cittadino un documento più intuitivo e semplice da decifrare. In realtà, a parere nostro la bolletta 2.0 non solo non è riuscita nel suo intento ma ha complicato ulteriormente le cose. Nella vecchia bolletta il consumatore poteva vedere i prezzi unitari applicati dalla società di fornitura, poteva scoprire eventuali voci aggiuntive non previste dal contratto. Poteva in buona sostanza decidere con cognizione di causa se una determinata società fosse più economica o meno di un'altra. Qualcuno potrebbe dire: "ma nella bolletta 2.0 c'è l'indice della bolletta quale indicatore della bontà di una determinata società. In realtà l'indice è un valore molto approssimativo che non sempre restituisce una valutazione reale (leggere l'articolo relativo all'indice). In ogni caso il cittadino/consumatore può ancora ottenere la bolletta dettagliata facendone richiesta alla propria società di fornitura e/o scaricandola dalla propria area clienti (il 90% delle società di fornitura offrono questo servizio - diffidare di chi non lo fa). Noi consigliamo sempre i nostri associati di consultare periodicamente le bollette dettagliate e verificare l'andamento della propria fornitura. Se desiderate il nostro aiuto potete scrivere a segreteria@probitalia.it