Organizzazione per la Tutela dei Cittadini e dei loro diritti

Una signora che gestisce un locale pubblico nella Provincia di Padova, nel 2016 decide di accettare la proposta di fornitura di energia elettrica dalla società Eni SpA la quale in seguito inizia a inviare delle bollette che la signora paga regolarmente. Fin qui tutto bene, rientra tutto nella normalità. Nel 2017 però iniziano ad arrivare bollette strane da Servizio Elettrico Nazionale, altro fornitore dunque del mercato energetico. La signora si ritrova quindi una doppia fatturazione per la stessa fornitura di energia. Ovviamente decide di non pagare Servizio Elettrico Nazionale che però prima la diffida e poi si attiva per il depotenziamento dell'energia elettrica. La signora subisce per questo un enorme danno economico perché i contatori non reggono più il consumo dei vari frigoriferi e si ritrova quindi a dover gettare tutta la merce in essi contenuta. Abbiamo voluto qui riportare brevemente questa storia che potete trovare in versione integrale su www.padovaoggi.it per sottolineare quanto in questo mercato è importante essere tutelati e seguiti da organizzazioni che abbiano gli strumenti per intervenire. Nel caso specifico è intervenuta la Federcontribuenti ma quello che riteniamo insopportabile è come questi grandi colossi riescano a creare situazione così gravi e rimanere molto spesso indenni. E' necessario intervenire e creare forze che donino agli utenti nuova serenità. Probitalia crea ogni giorno nuovi strumenti per svolgere un'attività di "tutela preventiva" a favore dei propri associati affinché in futuro queste cose non accadano più. Se anche tu hai avuto una cattiva avventura nel mercato energetico puoi lasciare un commento nella pagina "La tua voce" di questo sito. Useremo la tua esperienza per migliorare i nostri strumenti di difesa del cittadino.